La Nazione  - 4 ottobre 2000 - Cronaca della Garfagnana
 
CASTELNUOVO — Il primo portale telematico sulle tradizioni popolari è nato in Garfagnana grazie all'associazione «la Giubba», che gestisce il Centro di documentazione del territorio «Gastone Venturelli», promotrice della riscoperta, salvaguardia e valorizzazione della tradizione orale, cioè di tutta quella cultura popolare, dai canti, ai racconti, tramandata «a voce» di generazione in generazione, da tanti secoli, in particolare nella società contadina. Il nuovo sito su Internet è: www.tradizionipopolari.it e presenta tutta una serie di informazioni utili che riguardano le pubblicazioni specialistiche nel settore, raccolte di leggende, raccolte di leggende, audio originali. E' quanto è stato annunciato nell'incontro dibattito svoltosi, su iniziativa della Giubba, a Castelnuovo, nella sala del Parco delle Alpi Apuane sul tema: «Archivi orali, problematiche e confronti». In programma importanti interventi di noti studiosi di antropologia culturale, come Alberto Borghini del Politecnico di Torino, Sonia Giusti dell'Università di Cassino, l'architetto Alessandro Amirante del Politecnico di Torino, lo studente universitario Francesco Favre, sempre del Politecnico di Torino, di David Tolin dell'Università di Padova e di Luca Baccelli presidente del Centro tradizioni popolari della Provincia di Lucca.
Nel suo intervento Baccelli ha ricordato l'impegno del Centro tradizioni nel seguire e appoggiare tutto quello che riguarda le tradizioni popolari e dunque l'attività de La Giubba. Inoltre promuovere lo sviluppo del Centro, seguire tutte le varie iniziative della cultura popolare, mettere a disposizione di studiosi e associazioni l'archivio del Centro, sostenere e promuovere il rilancio del museo di San Pellegrino con la catalogazione delle migliaia di manufatti in mostra. Il convegno promosso da La Giubba è stato anche un primo momento di incontro tra Piazza al Serchio, Cassino, le Università di Cassino, Torino e Padova e i provenzali di Var, per definire le linee di un progetto di cammino a livello europeo. L'associazione «la Giubba» con questo convegno continua dunque i suoi obiettivi prefissati con la valorizzazione della tradizione orale, in sintonia e in contatto con altri gruppi in Italia ed in Europa, per la progettazione di itinerari comuni europei nel settore delle tradizioni orali.

di Dino Magistrelli